Che cos'è la norma UNI 11554
Le caratteristiche più importanti

News Maxiflame 27 mar 2019

La norma UNI 11554 serve a definire tutti i requisiti professionali di chi lavora su impianti a gas combustibili civili. Tali apparecchi devono essere alimentati da apposite reti di distribuzione per acquisire la piena funzionalità. Scopri insieme a noi le caratteristiche principali di questo standard e i requisiti necessari per ottenere la relativa certificazione professionale.

Norma UNI 11554: le caratteristiche più importanti


Tutti i professionisti che si occupano in prima persona degli impianti e degli apparecchi a gas sono potenziali destinatari della certificazione conforme alla regola UNI 11554. Dai progettisti agli ispettori, dai collaudatori ai manutentori, nessuna categoria lavorativa di tale ambito è esclusa da una misura di questo genere. Entrando nei particolari, sono tre i profili specialistici collegati in maniera diretta alla norma. Eccoli:

- Il Profilo A è quello relativo al responsabile tecnico. Quest'ultimo pianifica i lavori, coordina le varie attività e tiene sotto controllo la corretta funzionalità di un impianto a gas

- Il Profilo B coincide con l'installatore, cioè il tecnico che si occupa dell'installazione e delle eventuali modifiche di qualsiasi impianto a gas

- Il Profilo C corrisponde alla figura del manutentore, che si focalizza prettamente sul controllo e sulla manutenzione di ciascun apparecchio


Ciascuna delle figure lavorative viene a sua volta raccolta in due livelli, il primo destinato a lavori su apparecchi dalla portata termica al di sopra dei 35 kW e il secondo al di sotto. Ad ogni modo, il regolamento è valido per coloro che operano in maniera singola o in un'impresa, mentre ne sono esclusi coloro che fanno parte di un ciclo industriale o artigianale a più ampio raggio.

Norma UNI 11554: come ricevere la certificazione professionale


Chi vuole ricevere la certificazione professionale di conformità alla norma UNI 11554 deve essere in possesso di una serie di requisiti ben precisi. Bisogna superare un apposito esame, che può essere sostenuto non appena si raggiunge la maggiore età. Inoltre, il candidato deve essere in grado di svolgere le varie attività senza alcun impedimento. Deve saper leggere e comprendere il testo dell'esame, senza la necessità di possedere un titolo d'istruzione specifico. Il responsabile tecnico deve aver firmato la documentazione inerente alle attività di installazione e manutenzione degli impianti a gas, mentre l'installatore e il manutentore devono avere un'esperienza di almeno quattro anni nelle rispettive mansioni lavorative. L'esame è costituito da tre prove, la prima scritta con risposte multiple, la seconda orale e la terza di simulazione diretta su un impianto a gas. La certificazione resta effettiva per otto anni dalla sua emissione, con la dimostrazione a cadenza annuale della continuità dell'esercizio lavorativo, della registrazione e del pagamento della quota annuale stabilita al momento del contratto iniziale. Inoltre, il lavoratore deve prendere parte ad un corso di aggiornamento ogni quattro anni sulle varie normative in essere.

Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.
     
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@maxiflame.it