Coefficiente di prestazione
Che cos'è il COP

News Maxiflame 13 apr 2019

Pochi sanno cosa si intende quando si parla di pompe di calore eppure queste sono presenti in tutte le nostre case: le utilizziamo quotidianamente dal momento che sono componenti fondamentali di alcuni elettrodomestici, come i refrigeratori (freezer), o di altri dispositivi, come i condizionatori d'aria, e vengono spesso impiegate in unione ad altri fonti di riscaldamento, come una caldaia elettrica, a gas o a gasolio.

La pompa di calore (detta anche termopompa) è, in generale, una macchina termica utilizzata per azioni di riscaldamento o raffreddamento in quanto è in grado di trasferire energia termica trasformandola a seconda della necessità.

Nella valutazione che si effettua durante l'acquisto di un dispositivo che utilizza una pompa di calore ci sarà utile capire quanto sia efficiente.
E' qui che entra in gioco il COP - dall'inglese “Coefficient Of Performance”- sigla che rappresenta il coefficiente di prestazione di una pompa di calore, e che indica il dato con cui viene misurata questa efficienza.

A seconda dell'effetto che si desidera ottenere si può parlare di COP di riscaldamento o di raffreddamento:

il primo viene calcolato attraverso una formula che esprime il rapporto tra l'energia impiegata per la produzione di calore ed energia resa, che sarebbe invece la quantità di calore ceduto all'ambiente da riscaldare
In altre parole esprime quanta energia viene utilizzata dal macchinario per ottenere una certa quantità di calore (ad esempio un valore di COP pari a 2 indica che per 2 kwh di energia elettrica impiegata, viene movimentato calore pari a 2kwh da o verso la sorgente interessata).

Il secondo viene descritto in EER - acronimo di Energy Efficiency Ratio, in italiano “rapporto di efficienza energetica”- il quale esprime appunto il rapporto tra l'energia termica rilasciata sotto forma di aria fredda e l'energia utilizzata per ottenerla.
Più sarà elevato il COP o l' EER, maggiore sarà la resa della pompa di calore e dunque sarà minore il dispendio di energia impiegata per il riscaldamento o il raffreddamento desiderato: un valore teorico di COP o EER pari a 4 indica maggiore efficienza di uno pari a 3.

Si parla di valore teorico in quanto viene calcolato in condizioni controllate, mentre l'ambiente in cui viviamo è caratterizzato da cambiamenti climatici e di temperatura: questo è significativo per quanto riguarda, ad esempio, sistemi di condizionamento che utilizzano pompe di calore ad aria poiché il COP crolla drasticamente quando c'è meno calore da trasferire all'interno di un edificio e per questo, nel confrontare ipotetiche prestazione, è sempre importante prestare attenzione anche a quale intervallo di temperature si riferiscono questi valori.

COP e EER sono dunque due parametri utili per valutare modelli diversi e muoversi più agevolmente tra le molte soluzioni offerte sul mercato, perché permettono di confrontare il rendimento energetico dei diversi dispositivi a fronte di determinate condizioni di lavoro e temperatura, permettendo cosi di scegliere quello che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.
     
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@maxiflame.it