Direttive UE sulle rinnovabili
Cosa dobbiamo sapere

News Maxiflame 17 mar 2019

Nel 2009 il Parlamento Europeo ha emanato una direttiva che mira a promuovere l'uso e lo sviluppo dell'energia da fonti non inquinanti. La legge stabilisce gli obiettivi nazionali obbligatori in relazione alla quota di energia da fonti rinnovabili nel consumo finale lordo nei trasporti, nonché le norme sui trasferimenti statistici tra Stati membri, progetti comuni tra Stati membri e con paesi terzi. Oltre a questo, la direttiva riguarda anche le garanzie di origine, le procedure amministrative, l'informazione, la formazione e l'accesso alla rete elettrica per l'energia da fonti rinnovabili.

Fabbisogno di sostenibilità dei biocarburanti e dei bioliquidi


Nel suo considerando, la direttiva europea indica che la produzione di biocarburanti deve essere sostenibile. I biocarburanti utilizzati per soddisfare gli obiettivi stabiliti nella direttiva e quelli che beneficiano dei sistemi di supporto nazionali devono pertanto necessariamente rispettare i requisiti di sostenibilità.

Requisiti di sostenibilità


Gli articoli 17, 18 e 19 della direttiva UE comprendono dei requisiti di sostenibilità per i biocarburanti e i bioliquidi allo scopo di favorire la riduzione delle emissioni di gas serra.
Il consumo di biocarburanti deve essere preso in considerazione nel raggiungimento di alcuni obiettivi, ovvero una riduzione di almeno il 35% dei gas a effetto serra rispetto ai combustibili fossili. La soglia minima di risparmio delle emissioni è fissata al 50% a partire dal 2017; a partire dal 1° gennaio 2018, dovrebbe essere almeno del 60% per biocarburanti e bioliquidi prodotti in impianti la cui produzione è iniziata il 1° gennaio 2017.

Nel caso in cui il biocarburante sia stato prodotto in strutture operative nel gennaio 2008,
i requisiti per la riduzione dei gas serra entreranno in vigore a partire dal 1° aprile 2013 .
La riduzione delle emissioni di gas a effetto serra sarà ottenuta utilizzando un valore reale calcolato, un valore predefinito di quelli inclusi nell'allegato V della direttiva o una combinazione di valori reali calcolati e valori predefiniti, applicando la seguente formula:

RIDUZIONE GAS SERRA = (EF - EB) / EF

EF = Emissioni del combustibile fossile con cui viene confrontato (83,8 gCO2 / MJ)
EB = Emissioni totali di biocarburanti
EB = eec + il + ep + etd + eu - eccs - eccr - eee
eec = estrazione o coltivazione di materie prime
el = variazione dello sfruttamento del suolo (include il legame eB di 29 gCO2 / MJ per le terre degradate)
ep = processo
etd = trasporto e distribuzione
eu = carburante usato
eccs = carbonio estratto e immagazzinato
eccr = carbonio estratto e sostituito
eee = risparmio di emissioni dovuto all'eccesso di elettricità in cogenerazione.

La direttiva sulle energie rinnovabili fissa dunque un obiettivo vincolante dell'uso di energia da fonti rinnovabili del 32% a partire dal 2030 e include una clausola di revisione nel 2023. In aggiunta, sancisce il consumo di energie rinnovabili come un diritto per tutti. Lo standard offre un ottimo livello di sicurezza e certezza agli investitori, semplifica le procedure amministrative attraverso un iter burocratico più breve e riduce i tempi di elaborazione delle materie. Aumenta inoltre l'ambizione di aumentare la quota delle energie rinnovabili nel settore dei trasporti, nonché nei settori del riscaldamento e del raffreddamento domestico e industriale.

D'altro canto, i biocarburanti con elevato cambiamento indiretto nell'uso del suolo (ILUC) saranno gradualmente eliminati in base a un processo di certificazione per i biocarburanti nell'ambito dell'ILUC. La direttiva sulle energie rinnovabili offre un impulso ai biocarburanti avanzati, lasciando da parte il cibo e utilizzando invece materiali come foreste o residui agricoli. Comprende anche un finanziamento aggiuntivo da parte dell'Unione per facilitare la transizione equa delle regioni dipendenti dal carbonio e un forte impegno per raggiungere l'obiettivo di interconnessione elettrica del 15% per il 2030, che è di fondamentale importanza per i paesi come l'Italia, il cui potenziale nella produzione da fonti rinnovabili non essere limitato dall'impossibilità di esportare.

Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.
     
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@maxiflame.it