Tutto quello che c'è da sapere sulle biomasse
Guida alla biomassa

Biomassa 27 mar 2019

Come ben sappiamo, da qualche anno a questa parte la consapevolezza della nostra società circa la necessità di vigilare e prendersi cura dell'ambiente è aumentata considerevolmente. Per questo motivo, sono state definite le cosiddette energie rinnovabili e sono stati emessi i nuovi combustibili che proteggono e non danneggiano l'ambiente, come nel caso della biomassa.

Principi fondamentali


La prima cosa da dire per essere chiari su cosa sia la biomassa e le altre caratteristiche che la identificano, riguarda i suoi principi fondamentali.
Fondamentalmente, l'origine della biomassa sta nei residui di legno e segatura e tutti i rifiuti che possono essere ottenuti dalla natura, come ad esempio i noccioli della frutta e delle olive, i tralci delle viti, i gusci di mandorle e noci etc.
Il processo per ottenere la biomassa dipende dalla materia prima utilizzata e può consistere in nel macinare o solidificare i suddetti rifiuti naturali. Attualmente la biomassa viene utilizzata per produrre il calore in casa e in locali commerciali e, dato il boom che sta vivendo negli ultimi anni, sono sempre di più le aziende che si occupano della preparazione e della commercializzazione di questa materia.
La crescente consapevolezza dell'intera società di dover proteggere l'ambiente di salvaguardare la qualità della vita nostra e di quella delle generazioni future, ha permesso alla domanda di biomassa di crescere enormemente negli ultimi anni.

Processi di trasformazione della biomassa


Come si è visto in precedenza, la grande varietà di materiali inclusi nel concetto di biomassa consente a sua volta di stabilire una varietà di possibili processi di trasformazione in energia. Per questo motivo, la biomassa può essere trasformata in diverse forme di energia applicando vari processi di conversione, questi tipi di energia sono:

- calore e vapore
È possibile generare calore e vapore mediante la combustione di biomassa o biogas.
Il calore può essere il prodotto principale per il riscaldamento e la cucina, oppure può essere un sottoprodotto della generazione di elettricità negli impianti che la producono.

- gas combustibile
Il biogas prodotto nei processi di digestione anaerobica o gassificazione può essere utilizzato nei motori a combustione interna per la generazione di energia, il riscaldamento e il condizionamento nel settore domestico e commerciale, nonché nei veicoli modificati.

- biocarburanti
La produzione di biocarburanti come l'etanolo e il biodiesel ha il potenziale per sostituire quantità significative di combustibili fossili in molti mezzi di trasporto e nelle industrie.
L'ampio uso di etanolo in molti paesi ha dimostrato, per oltre 20 anni, che i biocarburanti sono tecnicamente impiegabili anche su larga scala. Negli Stati Uniti e in Europa, la loro produzione è in costante aumento e vengono commercializzati insieme ai derivati del petrolio.

Ad esempio, la miscela denominata E20, composta dal 20% di etanolo e dal 80% di petrolio, è applicabile nella maggior parte dei motori veicolari. Attualmente, questo tipo di carburante ha ancora un costo molto alto, ma in futuro, con l'aumento delle colture energetiche e delle economie di scala, la riduzione dei costi può rendere la sua produzione molto competitiva.

- elettricità
L'elettricità generata dalla biomassa può essere commercializzata come energia verde, poiché non contribuisce all'effetto serra perché è priva di emissioni di anidride carbonica (CO2). Questo tipo di energia può offrire nuove opzioni al mercato mondiale, dal momento che la struttura dei suoi costi consentirà agli utenti di supportare livelli più elevati di investimento in tecnologie efficienti, il che aumenterà l'industria delle bioenergie.

- cogenerazione - calore ed elettricità
La cogenerazione si riferisce alla produzione simultanea di calore ed elettricità, che può essere applicata a molti processi industriali che richiedono entrambe le forme di energia.
In America centrale, ad esempio, questo processo è molto diffuso nell'industria dello zucchero, dove è possibile trarre vantaggio dagli scarti dal processo di raffinazione.
Per merito dell'elevata affidabilità di questi processi, tradizionalmente la cogenerazione viene effettuata in modo molto efficiente. Tuttavia, negli ultimi anni c'è stata una tendenza a migliorare il processo per generare maggiore elettricità pulita e vendere l'eccedenza alle compagnie fornitrici.

I processi che possono essere seguiti per realizzare questa trasformazione possono essere suddivisi in fisico, fisico-chimico, termochimico e biologico.

Richiedi informazioni
Ti interessa acquistare questo articolo ma vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.
     
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@maxiflame.it